Le variabili e i parametri che influenzano il valore dei Bitcoin sul mercato finanziario

0
82
bitcoin-valore

La più importante criptovaluta mondiale è senza ombra di dubbio il Bitcoin, nato ormai 10 anni fa, allo scopo di affrancare dal controllo delle banche e dei cosiddetti poteri forti le transazioni tra cittadini, imprese e aziende.

La sua libertà di scambio si unisce poi alla crittografia dei dati, che rende ogni operazione in Bitcoin sicura e non rintracciabile, il che da un lato assicura la privacy, mentre dall’altro offre il destro a chi desidera nasconder ei propri affari alla vista del Fisco.

A prescindere da questo, negli anni il Bitcoin ha assunto un valore molto alto a livello di mercato, divenendo un vero e proprio strumento d’investimento.

Di recente tuttavia ha cominciato ad assestarsi, grazie anche al proliferare di altre criptovalute, ognuna con caratteristiche simili e quotazioni di mercato peculiari

Ma cosa stabilisce il valore del Bitcoin e come è possibile effettuare investimenti con questa moneta virtuale? Lo scopriremo insieme a breve, analizzando i principali fattori che influenzano le oscillazioni quotidiane del mercato di riferimento.

Che cosa influisce sul valore del Bitcoin?

Essendo totalmente slegata da banche nazionali e da organi di vigilanza internazionali, il Bitcoin acquisisce valore direttamente dal mercato finanziario, e in particolar modo con il comparto del trading online, dove esiste un listino di riferimento, con oscillazioni quotidiane della valuta digitale in questione.

Tali fluttuazioni dipendono perciò dalla legge fondamentale della domanda e dell’offerta, secondo cui una richiesta molto forte di Bitcoin farà salire il loro prezzo, mentre un decremento di essa farà calare il valore.

Come investire in Bitcoin utilizzando strumenti finanziari

Come ogni altra valuta però, anche il Bitcoin ha tassi di cambio correlati con le principali valute fisiche mondiali, in quanto è con queste ultime che si compra la moneta digitale, per poi effettuare transazioni online, oppure mantenere una certa somma di Bitcoin come investimento a lungo termine.

Ecco quindi che le principali piattaforme di trading online mostrano ogni giorno grafici con l’andamento del Bitcoin rispetto al Dollaro, all’Euro, alla sterlina e allo Yen, in modo tale da effettuare un investimento di natura esclusivamente speculativa rispetto alla moneta fisica, acquistando presso di esse una certa quantità di valuta digitale.

Altro investimento legato all’utilizzo dei Bitcoin e al loro valore è l’acquisto di CFD, acronimo che in italiano si traduce con Contratti per Differenza, che sono strumenti finanziari legati alle oscillazioni della criptovaluta e che sono gestiti dalle principali piattaforme Forex e di trading online.

Come acquistare Bitcoin senza utilizzare le piattaforme di trading

Se invece preferite acquistare autonomamente e a seconda del valore vendere Bitcoin, comprarli, o anche effettuare transazioni digitali con altri utenti per acquistare beni e servizi, esistono i cosiddetti portafogli digitali, che altro non sono che conti online dove depositare una certa somma e vederla convertita in Bitcoin.

La sicurezza di questi portafogli sta nel fatto che la conversione è crittografata, attraverso un processo detto mining, che protegge i dati dell’acquirente e nasconde a terzi le sue transazioni.