Bonifico bancario: uno strumento che tutti usiamo

0
647
Bonifico-Bancario

Con il termine di bonifico bancario si definisce un’operazione attraverso la quale viene trasferita una somma di denaro da un soggetto ordinante al conto corrente di un beneficiario. E’ un sistema rapido e sicuro, ideale per effettuare trasferimenti di denaro e pagamenti anche a grandi distanze, e può essere utilizzato sia da privati che da aziende e società. Il bonifico bancario è un’operazione effettuata e riconosciuta in qualsiasi paese del mondo, e può essere utilizzata anche per le transazioni tra privati in quanto non richiede requisiti particolari, ad esclusione di un conto corrente attivo.

Le diverse caratteristiche di un bonifico bancario

Il bonifico bancario permette di trasferire una somma di denaro verso il conto corrente di un beneficiario situato nello stesso paese o all’estero, tramite banche nazionali o internazionali. Per il beneficiario questa operazione non comporta alcuna spesa, mentre per l’ordinante il costo, comunque molto basso, varia in relazione alla banca e alle modalità di esecuzione. Anche le tempistiche possono determinare differenze di costo: un bonifico urgente comporta di solito una spesa leggermente più alta, al fine di garantire il trasferimento del denaro nel giro di poche ore.

Il bonifico bancario consente di trasferire qualsiasi somma di denaro anche senza disporre di un conto corrente, recandosi presso lo sportello di una banca con la somma in contanti da trasferire: solo il beneficiario deve necessariamente disporre di un conto o, in alternativa, di una carta di credito dotata di codice Iban. Le spese e le commissioni, così come i tempi, variano anche in relazione al paese nel quale si trova la banca del beneficiario.

I vantaggi del bonifico bancario

Con il bonifico bancario, trasferire denaro liquido in qualsiasi paese ed effettuare pagamenti a distanza con rapidità e sicurezza è facilissimo, richiede tempi relativamente brevi e spese ridotte al minimo. Il costo di un’operazione di bonifico si aggira mediamente intorno a pochi euro, che scendono a 1 o 2 nel caso in cui l’operazione venga effettuata tramite la piattaforma di home banking, inoltre molte banche offrono oggi conti correnti privi di spese, che permettono di dare disposizione dei bonifici a costo zero.

Il costo di un bonifico potrebbe salire leggermente nel caso fosse destinato ad un paese non incluso nell’area Sepa, rimanendo tuttavia molto contenuto. Grazie agli strumenti oggi disponibili, il bonifico può essere effettuato via web tramite home banking, o tramite applicazione su smartphone e tablet, utilizzando gli strumenti che tutte le banche mettono a disposizione dei propri clienti. Un notevole vantaggio è quello di poter tracciare in qualsiasi momento l’operazione, in modo tale da consentirne la ricerca e la verifica in caso di mancata ricezione, e di risalire anche a distanza di tempo ad un pagamento effettuato in passato.

I dati necessari per disporre un bonifico bancario

Per ordinare alla banca di effettuare un bonifico, è necessario indicare nell’apposito modulo il proprio codice Iban (il codice univoco di identificazione del conto corrente), l’importo da trasferire, la data di esecuzione del bonifico (che non necessariamente deve essere la stessa in cui si predispone l’operazione) e la causale, ovvero il motivo del pagamento / trasferimento di denaro espresso in maniera chiara e breve.

Possono essere inserite inoltre alcune informazioni aggiuntive, ad esempio i dati personali del beneficiario, ma non si tratta di un obbligo. Se l’operazione viene effettuata tramite home banking o app, in genere è sufficiente inserire l’importo e l’Iban del destinatario della somma. Attualmente l’Iban costituisce l’elemento basilare del sistema di codificazione relativo ai trasferimenti di denaro nel contesto europeo, e viene usato come unico codice di riferimento per i bonifici effettuati in area Sepa.

I tempi di esecuzione di un bonifico bancario

In media il bonifico, per completare la procedura, richiede uno o due giorni, secondo gli standard internazionali. Si tratta ovviamente di giorni lavorativi, che non tengono conto dei fine settimana: per tale ragione, quando si deve dare ordine di bonifici relativi a pagamenti con scadenze precise, è opportuno prestare attenzione a questo particolare, evitando di effettuare il bonifico di venerdì, poiché l’operazione potrebbe richiedere tutto il fine settimana, provocando ritardi e problemi.

Le tempistiche variano, ovviamente, quando il destinatario del bonifico si trova in un altro paese, anche se in genere non superano i due / tre giorni. Anche la banca di riferimento può influire sui tempi di esecuzione di un bonifico: spesso un trasferimento di liquidità tra due conti situati in territorio nazionale, ma relativi a diversi istituti di credito, richiedono tempi più lunghi. Talvolta l’ora in cui si dispone il bonifico può influire sulla procedura: se richiesto in serata, il bonifico verrà preso in carico nella giornata successiva: un altro elemento da considerare quando il pagamento da effettuare ha una scadenza determinata. Nel momento in cui la banca prende in carico la disposizione di bonifico, comunica all’ordinante il numero di Cro (o, per quanto riguarda l’area Sepa, il codice TRN): si tratta di un codice molto importante, che comprova l’avvenuta transazione, e può essere utilizzato dal beneficiario per verificare lo stato del trasferimento.

Vantaggi e svantaggi di un bonifico bancario

La possibilità di effettuare i bonifici online, anche tramite smartphone, ha permesso di ridurre notevolmente i costi e velocizzare i tempi. Si tratta di una procedura molto semplice e sicura, nella quale l’unico errore significativo riguarda il codice Iban: per tale ragione, occorre prestare molta attenzione nell’inserimento di questo codice nel modulo online, poiché una sola cifra errata comporta il trasferimento verso il conto corrente di un altro soggetto.

Nel caso in cui ci si renda conto di avere sbagliato ad inserire il codice Iban, è necessario avvisare immediatamente la banca, e chiedere che la transazione venga annullata: questa operazione deve però avvenire prima che il bonifico sia andato a buon fine, e che l’importo abbia raggiunto il conto corrente di un utente sconosciuto. Per quanto riguarda la sicurezza, le piattaforme di home banking sono tutelate da complessi protocolli, gli utenti possono accedervi tramite codice di accesso e password personali, e le procedure sono ulteriormente protette da una password temporanea creata da un apposito token (un dispositivo generatore di codici) fornito dalla banca.