La simulazione ISEE: un metodo per calcolare la propria situazione economica

0
441
simulazione-isee

La simulazione ISEE oggi è un metodo facile e veloce per determinare la posizione economica di una famiglia; ma vediamo prima di capire che cos’è l’indice ISEE e a che cosa serve.

Che cos’è l’indice ISEE?

ISEE è l’acronimo di Indicatore della Situazione Economica Equivalente, e rappresenta un parametro economico che consente di valutare la condizione economica di un singolo nucleo familiare.

Le fasce di reddito ISEE

Per determinare agevolazioni fiscali e altri benefici ai cittadini, il Governo ha creato una suddivisione in base a delle precise fasce di reddito, a seconda delle quali la famiglia in questione può ad esempio richiedere un taglio delle tasse universitarie per i figli, sussidi al reddito comunali e regionali, ma anche l’esenzione dal pagamento delle prestazioni sanitarie.

Il calcolo online simulato: per sapere in modo semplice la propria fascia ISEE

Per sapere a quale fascia di reddito si appartiene oggi basta semplicemente andare sul sito dell’INPS e utilizzare il portale di simulazione ISEE, un metodo facile e veloce per sapere il proprio profilo economico, e di conseguenza richieder eventuali benefici agli organismi competenti.

Come si calcola l’indice ISEE  sul sito INPS?

Il simulatore di calcolo dell’indice ISEE può essere utilizzato del tutto gratuitamente, senza dover per forza essere registrati sul sito INPS.

Per avere un risultato ottimale vi basterà compilare in modo corretto le seguenti parti del simulatore:

  • la sezione A, che comprende il numero di componenti della famiglia;
  • la sezione B, che si riferisce all’abitazione;
  • la sezione C, che fa riferimento al vostro al patrimonio immobiliare;
  • la sezione D, la quale invece fa riferimento alla situazione patrimoniale globale;
  • la sezione E, vale a dire il riepilogo dei redditi derivati da altre fonti del nucleo familiare.

Una volta compilate le sezioni sopraelencate il simulatore fornirà un numero che poi andrà comparato con la graduatoria ISEE di riferimento; così saprete in maniera abbastanza certa a quale fascia appartenente.

Un calcolo approssimativo e non ufficiale

Va comunque ribadito che la simulazione ISEE non fornisce un dato ufficiale e certo: infatti questo rappresenta solo una stima della vostra situazione economica: infatti per avere una posizione certa è necessario compilare e consegnare la propria Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), la quale è l’unico documento che va preso in considerazione per la determinazione dell’indice ISEE.

Per consegnare all’INPS la vostra DSU potete agire in due maniere:

  • inviarla per via telematica, utilizzando la sezione Servizi Online del portale dell’Ente. In questo caso però serve necessariamente la registrazione al sito;
  • consegnandola all’ufficio INPS più vicino.

Eccezioni e casi particolari

Inoltre la simulazione ISEE ottenuta mediante il portale INPS non tiene conto di casi particolari e di eccezioni quali:

  • agevolazioni ai minori in caso di separazioni, convivenze o affidamenti;
  • prestazioni sanitarie a individui non residenti;
  • agevolazioni riguardanti il diritto allo studio universitario;
  • benefici fiscali relativi al dottorato di ricerca.

In questa specifica casistica è meglio recarsi presso un commercialista, oppure rivolgersi all’ufficio INPS più vicino, al fine di avere un calcolo ISEE più certo e affidabile.