Vi sono momenti in cui, per i motivi più svariati, si ha la necessità di avere a disposizione una maggiore liquidità. Una possibilità è quella di rivolgersi a una finanziaria, oppure a un istituto di credito, ma non tutti sono propensi ad adottare questa soluzione, sia perché i tassi di interesse ultimamente non sono molto convenienti (senza contare le altre spese correlate alla concessione del finanziamento) sia perché tante persone preferiscono evitare la richiesta di prestiti. Un’altra possibile soluzione sarebbe quella di rivolgersi a un banco dei pegni, cosa che molti considerano come l’estrema ratio.

Esistono però altre strategie per aumentare la propria liquidità senza rivolgersi a banche o finanziarie. Un’opzione interessante, per esempio, è quella di vendere diamanti usati o altri oggetti di valore per i quali non abbiamo un particolare interesse e che ormai prendono solo polvere in un cassetto o in una cassaforte. Cerchiamo quindi di capire meglio come funziona questa possibilità e quali sono le principali cose da sapere prima di procedere con la vendita di diamanti.

Il diamante è certificato?

La prima cosa che si dovrebbe sapere se si ha intenzione di vendere un diamante e se questo sia o no provvisto di certificato (un documento riconosciuto internazionalmente che attesta il valore del diamante e ne certifica le sue caratteristiche). La certificazione G.I.A. (Gemological Institute of America; Istituto Gemmologico Americano), per esempio, prende in considerazione caratteristiche quali taglio, purezza, colore e peso in carati. La presenza di certificazione è importante, perché consente di trovare acquirenti più facilmente, ma non è fondamentale, in quanto è possibile effettuare tranquillamente anche la vendita di diamanti non certificati.

Prima di vendere un diamante è necessario valutarlo correttamente

Verificata la presenza o no di certificato, il passo successivo per la vendita di diamanti usati è una valutazione corretta. Questa può essere ottenuta rivolgendosi a gemmologi esperti e qualificati. Non è consigliabile rivolgersi alla prima gioielleria che capita sottomano; si rischia infatti che il valore della pietra preziosa venga sottostimato e che, inoltre, il giudizio non sia del tutto obiettivo come in effetti dovrebbe essere.

Esistono invece broker come Auctentic che offrono servizi di altissimo livello e di grande competenza. Sono infatti specializzati nella vendita di diamanti usati online e agiscono nell’esclusivo interesse del cliente per ottenere il prezzo più alto.

È una buona idea vendere direttamente a privati?

In linea generale, la vendita diretta a privati di oggetti di valore, come diamanti o altre pietre preziose, è sconsigliata. A molti sembra la strada più facilmente percorribile; in realtà può nascondere alcune insidie e non è detto che tutto fili per il verso giusto. È decisamente più opportuno rivolgersi a realtà ufficiali come Auctentic, che vantano una notevole esperienza nel settore e che offrono tutta una serie di interessanti servizi. Così facendo, saremo sicuri sia di vendere la pietra preziosa al prezzo più alto ottenibile, sia di ridurre al minimo le tempistiche di smobilizzo.