Come effettuare un controllo di Partita IVA in modo semplice e veloce

0
85
controllo partita iva

Se non siete sicuri circa la veridicità dei dati forniti da un vostro nuovo cliente, potete sempre effettuare un rapido controllo della Partita IVA utilizzando il metodo che avremo modo di elencarvi di seguito.

In questo modo sarete certi di avere a che fare con un professionista o un lavoratore autonomo in regola dal punto di vista legale e fiscale, evitando così problemi burocratici, truffe e raggiri.

Come effettuare un controllo di Partita IVA efficace con Agenzia delle Entrate

Per effettuare un controllo della Partita IVA vostra o di un cliente potete accedere al portale di Agenzia delle Entrate, dove nell’apposita aera denominata “Servizi” esiste una voce chiamata “Verifica e ricerca”.

Aprendo il menù a tendina di questa sezione vi comparirà la dicitura “Verifica della Partita IVA”; a questo punto cliccate su tale voce e sarete indirizzati in un’altra pagina, dove dovrete cliccare sul pulsante blu “Verifica Partita IVA”.

Solo ora potrete inserire le 11 cifre della partita che vorrete controllare, inserendole nell’apposita stringa di ricerca.

Se invece volete effettuare un controllo di una Partita IVA comunitaria, dovrete avvalervi del VIES, il registro europeo dove sono registrati tutti i professionisti della Comunità Europea.

Per effettuare il controllo di una partita IVA intracomunitaria il sito di Agenzia delle Entrate mette a disposizione tale servizio dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 20:00, mentre il sabato il portale funziona solo dalle 8:00 alle 13:00.

Quali dati appaiono dopo aver effettuato n controllo di Partita IVA?

Se la sequenza di 11 numeri esiste ed è corretta compariranno una serie di dati appartenente al suo titolare, tra cui rientrano:

  • la ragione sociale;
  • il codice fiscale;
  • la Camera di Commercio a cui l’azienda o il lavoratore è iscritto;
  • il numero REA – acronimo di Repertorio Economico Amministrativo – che fa riferimento alla posizione dell’azienda all’interno del registro della Camera di Commercio di riferimento;
  • il settore lavorativo d’appartenenza;
  • il numero di dipendenti subordinati all’azienda;
  • il fatturato annuale.

In questo modo sarete sicuri che il cliente in questione abbia tutte le carte in regola per esercitare la propria attività nei termini di legge previsti.

La procedura può anche servire a voi stessi, per vedere se la vostra Partita IVA risulta valida, aperta o revocata.

Quali altre operazioni possono essere effettuate sul portale di Agenzia delle Entrate?

Oltre al controllo di Partita IVA il sito di Agenzia delle Entrate può verificare la correttezza di un codice fiscale, che indentifica ogni persona fisica di nazionalità italiana a livello contributivo agli occhi dell’Erario.

Con quali altri metodi si può effettuare un controllo di Partita IVA?

Esiste poi un sito alternativo a quello di Agenzia delle Entrate, ovvero ICRIBIS, una sorta di registro online delle imprese molto semplice che fornisce i medesimi dati sopraelencati.

Per effettuare tale controllo vi basterà recarvi sul sito di riferimento (https://www.icribis.com/it/prodotti/verifica-partita-iva) e inserire nella stringa le 11 cifre della Partita Iva, oppure il numero REA, ma anche il nome dell’impresa, abbinandolo alla provincia in cui essa ha sede.